LOGO scuolaBenvenuti sul Portale web Istituzionale della Scuola Secondaria di Primo Grado "L. Castiglione" di Bronte (CT).

La nostra scuola svolge un fondamentale ruolo educativo e di orientamento, fornendo all’alunno le occasioni per acquisire consapevolezza delle sue capacità e risorse, mediante esperienze didattiche aperte e stimolanti, finalizzate a suscitare la curiosità dell’alunno e a fargli mettere alla prova le sue capacità. 

Il Dirigente Scolastico
Prof.ssa Maria Magaraci

Piano Annuale Attività

Scritto da Redazione Il . Inserito in Didattica

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Divulgazione del Calendario annuale delle Attività per l’a.s. 2017/2018. Iniziative rivolte ai docenti e alle famiglie degli studenti.

In continuità con le iniziative proposte e realizzate negli ultimi anni, la Scuola Secondaria di Primo Grado “L. Castiglione” di Bronte (CT) comunica il nuovo calendario delle attività didattiche dedicate ai docenti e alle famiglie degli studenti per l’anno scolastico in corso.

Il Piano Annuale  delle Attività, deliberato nella seduta del 28/09/2017, potrebbe essere soggetto a variazioni. Tali variazioni verranno tempestivamente segnalate sul sito o presso la bacheca della scuola.

 

Il Dirigente Scolastico
Prof.ssa Maria Magaraci

 

Allegati:
Scarica questo file (piano.annuale.2016.pdf)piano.annuale.2016.pdf[ ]345 kB
Scarica questo file (piano.annuale.2017.pdf)piano.annuale.2017.pdf[ ]728 kB

Progetto "Aggiungi un posto a tavola"

Scritto da Maria Magaraci Il . Inserito in Didattica

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

scuoladigitale

Un animatore digitale in ogni scuola siciliana

Il Piano Nazionale per la Scuola Digitale (PNSD) è un documento pensato per guidare le scuole in un percorso di innovazione e digitalizzazione, come previsto nella riforma della Scuola (Legge 107/2015 – La Buona Scuola). Il documento ha funzione di indirizzo; punta a introdurre le nuove tecnologie nelle scuole, a diffondere l’idea di apprendimento permanente (life-long learning) ed estendere il concetto di scuola dal luogo fisico a spazi di apprendimento virtuali.      

Si intende così incentivare l’utilizzo delle nuove tecnologie digitali.

In quest’ottica, l’USR Sicilia ha predisposto, per ogni Istituto Scolastico, un piano di formazione per Animatori Digitali e Team di supporto che, in sinergia, avevano il compito di realizzare un Progetto di sperimentazione. Un “modulo” basato su curricula digitali e di UDA per competenze attraverso l’integrazione del digitale.
Il nostro Istituto ha sviluppato un lavoro, proposto a tutti gli alunni delle classi prime e coinvolgendo gli insegnanti curriculari. 

In allegato, il “report” di questa prima entusiasmante esperienza di cui condividiamo con piacere tutti gli elaborati e materiali prodotti.

Il link sottostante si riferisce alla Piattaforma “Prezi”, dove sono stati generati i materiali didattici, utilizzati per la realizzazione di storytelling e di ebook, in modo da rendere pubblici e fruibili, attraverso la rete, i lavori realizzati.

link per visualizzare il progetto

progetto

 

Allegati:
Scarica questo file (Template.report.pdf)Template.report.pdf[ ]564 kB

Dipartimenti disciplinari

Scritto da Maria Magaraci Il . Inserito in Didattica

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

 

 

I dipartimenti disciplinari

Dipartimento

Composizione
Umanistico

Docenti di: italiano – storia – geografia – religione – sostegno didattico

Scientifico/informatico

Docenti di: matematica – scienze – tecnologia

Linguistico

Docenti di: inglese - francese
Delle educazioni Docenti di: artistica – fisica – musicale – corso ordinario di strumento musicale.

Coordinatori e segretari di classe

Scritto da Maria Magaraci Il . Inserito in Didattica

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Coordinatori e segretari di classe A. S. 2017/2018

consigli

 

Coordinatori di classe
Sezione Nome Docente classi prime Nome docente classi seconde Nome docente classi terze
A Zuccarà Pietro Liuzzo Massimo Anastasi Giuseppa
B Castiglione Vincenza Zito Fortunata Cinzia Gulino Marisa
C Casabianca Vito Guarnera Mariella Virzì Vita
D Leone Biagio Foti Grazia Chiofalo Silvana
E Caruso Maria Grazia Sciacca Nunziatina Longhitano Anna
F Bontempo Scavo Maria Gaspare Fortunata Abate Salvatore
G Mavica Maria Giovanna Gorgone Maurizio Naso Maria Teresa
H Avellina Maria Messineo Gabriella Di Bella Giuseppe
I Fallico Angela Bua Lucia Spitaleri Giuseppa
L Sapienza Carmelina Bonaccorsi Alfio /
M Fallica Maria Meli Maria Rita /

 

 

Segretari dei consigli di classe
Sezione Nome Docente classi prime Nome docente classi seconde Nome docente classi terze
A Sofia Maria Letizia Sanfilippo Monica Pafumi Tina
B Giardina Maria Cappello Liliana Faragone Giusy
C Fasone Maria Adornetto Francesca Saitta Costanza
D Crisafulli Giovanna Malatino Giusy Pizzimenti Fabrizio
E Pino Rosa Pappalardo Rossella Rita Di Cristina Angelo
F Sapuppo Sebastiano Caruso Rita Ferrara Carmelo
G Spitaleri Anna Maria Vaccaro Maria Catena La Maestra Gaetana
H Intrisano Vincenzo Lombardo Loredana Sofia Silvia
I Barbaballo Antonella Mantineo Antonio Sciacca Daniela
L Castrignanò Antonella Supplente cattedra matematica /
M Corsaro Pietro Di Bella Elvira /

Magazine Scuola

Scritto da Redazione Il . Inserito in Didattica

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

La Redazione Castiglione News Magazine è lieta di annunciarvi l’inizio della propria attività di informazione.

Sono stati tanti gli studenti che hanno aderito al progetto, perché mossi dalla voglia di scrivere, di raccontare, di partecipare attivamente al racconto della vita e, infine, spinti dalla voglia di imparare un mestiere difficile, impegnativo ma importante, come quello del giornalista/scrittore.

L’idea di scrivere un giornale della scuola interamente online, è finalizzato, appunto, a potenziare le capacità di scrittura dei giovani alunni ed a far loro acquisire competenze specifiche per redigere articoli giornalistici, nelle diverse tipologie testuali.

Per dare spazio al numero più  ampio di  articoli  scritti dai  giovani redattori, per favorire la rapida diffusione del magazine e per  evitare gli elevati costi  di stampa, pur non escludendo del tutto la pubblicazione di alcuni numeri del giornale in formato cartaceo,  si è scelto di pubblicare gli articoli nella versione on-line,  sulla piattaforma www.scuolacastiglione.gov.it/magazine.

La Redazione è formata dai seguenti componenti:

Direttore del News Magazine
Prof.ssa Maria Magaraci

Capo Redattore
Prof. Massimo Liuzzo

Redattori
Angela Fallico, Biagio Incognito, Giulia Longhitano, Silvia Petronaci (III B)

 Visita il giornale online

La Redazione Castiglione News Magazine è lieta di annunciarvi l’inizio della propria attività di informazione.

Sono stati tanti gli studenti che hanno aderito al progetto, perché mossi dalla voglia di scrivere, di raccontare, di partecipare attivamente al racconto della vita e, infine, spinti dalla voglia di imparare un mestiere difficile, impegnativo ma importante, come quello del giornalista/scrittore.

L’idea di scrivere un giornale della scuola interamente online, è finalizzato, appunto, a potenziare le capacità di scrittura dei giovani alunni ed a far loro acquisire competenze specifiche per redigere articoli giornalistici, nelle diverse tipologie testuali.

Per dare spazio al numero più  ampio di  articoli  scritti dai  giovani redattori, per favorire la rapida diffusione del magazine e per  evitare gli elevati costi  di stampa, pur non escludendo del tutto la pubblicazione di alcuni numeri del giornale in formato cartaceo,  si è scelto di pubblicare gli articoli nella versione on-line,  sulla piattaforma www.scuolacastiglione.gov.it/magazine.

La Redazione è formata dai seguenti componenti:

Direttore del News Magazine
Prof.ssa Giuseppina Maria Licciardello

Capi Redattori
Prof. Luciano C. Mondello e Prof. Massimo Liuzzo

Redattori
Silvia Petronaci (1°B), Walter Prestianni (1°B), Biagio Incognito (1°B), Angela Fallico (1°B)

Responsabile dell’impaginazione, grafico e webmaster
Prof. Luciano C. Mondello

Visita il giornale online, all’indirizzo web: CASTIGLIONE | NEWS MAGAZINE

- See more at: http://www.scuolacastiglione.gov.it/portale/#sthash.lxdNcVBe.dpuf

La Redazione Castiglione News Magazine è lieta di annunciarvi l’inizio della propria attività di informazione.

Sono stati tanti gli studenti che hanno aderito al progetto, perché mossi dalla voglia di scrivere, di raccontare, di partecipare attivamente al racconto della vita e, infine, spinti dalla voglia di imparare un mestiere difficile, impegnativo ma importante, come quello del giornalista/scrittore.

L’idea di scrivere un giornale della scuola interamente online, è finalizzato, appunto, a potenziare le capacità di scrittura dei giovani alunni ed a far loro acquisire competenze specifiche per redigere articoli giornalistici, nelle diverse tipologie testuali.

Per dare spazio al numero più  ampio di  articoli  scritti dai  giovani redattori, per favorire la rapida diffusione del magazine e per  evitare gli elevati costi  di stampa, pur non escludendo del tutto la pubblicazione di alcuni numeri del giornale in formato cartaceo,  si è scelto di pubblicare gli articoli nella versione on-line,  sulla piattaforma www.scuolacastiglione.gov.it/magazine.

La Redazione è formata dai seguenti componenti:

Direttore del News Magazine
Prof.ssa Giuseppina Maria Licciardello

Capi Redattori
Prof. Luciano C. Mondello e Prof. Massimo Liuzzo

Redattori
Silvia Petronaci (1°B), Walter Prestianni (1°B), Biagio Incognito (1°B), Angela Fallico (1°B)

Responsabile dell’impaginazione, grafico e webmaster
Prof. Luciano C. Mondello

Visita il giornale online, all’indirizzo web: CASTIGLIONE | NEWS MAGAZINE

- See more at: http://www.scuolacastiglione.gov.it/portale/#sthash.lxdNcVBe.dpuf

Registri Elettronici

Scritto da Redazione Il . Inserito in Didattica

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

 

E’ un sistema informatizzato per la gestione completa dei registri di classe e del professore che consente di sostituire i registri cartacei e permette ai docenti di organizzare in maniera efficiente le proprie attivita’ didattiche, di pianificare lo svolgimento delle lezioni e di registrare i dati riguardanti le assenze e le valutazioni scritte e orali degli alunni.

Oltre alla gestione ordinaria dei dati, presenti nel sistema informativo Argo, e’ possibile effettuare svariate elaborazioni in risposta alle necessita’ del dirigente e/o dei docenti, quali: grafici sull’andamento dell’alunno, statistiche comparative tra l’alunno e la classe, riepiloghi sul numero di ore di lezione effettuate, sullo svolgimento del programma scolastico e tanto altro ancora.

Il lavoro del docente e’ semplificato e arricchito, i docenti di una stessa classe possono coordinare la loro attivita’ grazie ad un pratico scambio di informazioni; tutti i dati, anche del precedente anno scolastico, saranno immediatamente fruibili e a portata di click!

Il Registro Elettronico coadiuva i docenti nello svolgimento della loro attivita’ e consente al Dirigente di monitorare l’uso dei registri e l’andamento di tutti gli alunni, avendo sempre una panoramica completa su cio’ che accade nelle classi e potendo intervenire celermente in caso di necessita’.

Materiali didattici

Scritto da Redazione Il . Inserito in Didattica

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Arte e Immagine

Di seguito si presenta un “escursus” sui vari stili artistici che si sono susseguiti durante la nostra storia. Il formato presentato è quello video tale da faciitare l’osservazione e la comprensione e l’approfondimento dell’alunno riguardo i temi trattati.

Arte Preistorica
Video illustrativo riguardante l’Arte Preistorica

Arte Mesopotamica
Video illustrativo riguardante l’Arte della Mesopotamia

Arte Egizia
Video illustrativo riguardante l’Arte dell’Antico Egitto

I Celti e il Mediterraneo
Video illustrativo riguardante l’Arte dei Celti e del Mediterraneo

Arte Greca
Video illustrativo riguardante l’Arte Greca

Arte Italica
Video illustrativo riguardante l’Arte Italica o Etrusca

Arte Romana
Video illustrativo riguardante l’Arte Romana

Arte Barbarica Medievale
Video illustrativo riguardante l’Arte Barbarica Medievale

Galleria di Disegni da colorare
Disegni da colorare

Rilevazioni

Scritto da Redazione Il . Inserito in Didattica

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

 

L’INVALSI è l’Ente di ricerca dotato di personalità giuridica di diritto pubblico che ha raccolto, in un lungo e costante processo di trasformazione, l’eredità del Centro Europeo dell’Educazione (CEDE) istituito nei primi anni settanta del secolo scorso.
Sulla base delle vigenti Leggi, che sono frutto di un’evoluzione normativa significativamente sempre più incentrata sugli aspetti valutativi e qualitativi del sistema scolastico, l’Istituto:

  • effettua verifiche periodiche e sistematiche sulle conoscenze e abilità degli studenti e sulla qualità complessiva dell'offerta formativa delle istituzioni di istruzione e di istruzione e formazione professionale, anche nel contesto dell'apprendimento permanente; in particolare gestisce il Sistema Nazionale di Valutazione (SNV);
  • studia le cause dell'insuccesso e della dispersione scolastica con riferimento al contesto sociale ed alle tipologie dell'offerta formativa;
  • effettua le rilevazioni necessarie per la valutazione del valore aggiunto realizzato dalle scuole;
  • predispone annualmente i testi della nuova prova scritta, a carattere nazionale, volta a verificare i livelli generali e specifici di apprendimento conseguiti dagli studenti nell’esame di Stato al terzo anno della scuola secondaria di primo grado;
  • predispone modelli da mettere a disposizione delle autonomie scolastiche ai fini dell'elaborazione della terza prova a conclusione dei percorsi dell'istruzione secondaria superiore;
  • provvede alla valutazione dei livelli di apprendimento degli studenti a conclusione dei percorsi dell'istruzione secondaria superiore, utilizzando le prove scritte degli esami di Stato secondo criteri e modalità coerenti con quelli applicati a livello internazionale per garantirne la comparabilità;
  • fornisce supporto e assistenza tecnica all'amministrazione scolastica, alle regioni, agli enti territoriali, e alle singole istituzioni scolastiche e formative per la realizzazione di autonome iniziative di monitoraggio, valutazione e autovalutazione;
  • svolge attività di formazione del personale docente e dirigente della scuola, connessa ai processi di valutazione e di autovalutazione delle istituzioni scolastiche;
  • svolge attività di ricerca, sia su propria iniziativa che su mandato di enti pubblici e privati;
  • assicura la partecipazione italiana a progetti di ricerca europea e internazionale in campo valutativo, rappresentando il Paese negli organismi competenti;
  • formula proposte per la piena attuazione del sistema di valutazione dei dirigenti scolastici, definisce le procedure da seguire per la loro valutazione, formula proposte per la formazione dei componenti del team di valutazione e realizza il monitoraggio sullo sviluppo e sugli esiti del sistema di valutazione.

L’INVALSI è soggetto alla vigilanza del Ministero della Pubblica Istruzione che individua le priorità strategiche delle quali l'Istituto tiene conto per programmare la propria attività. La valutazione delle priorità tecnico-scientifiche è riservata all'Istituto.

Dati rilevati

Note: per visualizzare i files occorre scaricare il software winrar.

Dipartimenti

Scritto da Redazione Il . Inserito in Didattica

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

I Dipartimenti disciplinari diretti da un coordinatore di dipartimento, hanno il compito di:

  • delineare la programmazione disciplinare;
  • scegliere i test d’ingresso e i libri di testo;
  • costituire e gestire un archivio di materiale didattico;
  • formulare proposte per l’aggiornamento disciplinare ed interdisciplinare;
  • formulare proposte per il PTOF.

Il responsabile del Dipartimento al termine dell’anno scolastico consegna al DSGA il conteggio delle presenze dei docenti, nel caso si siano svolte attività aggiuntive al Piano Annuale degli impegni di servizio, ed informa periodicamente il DS sui lavori del Dipartimento.

COMPOSIZIONE

E ’la principale articolazione tecnico-professionale del Collegio dei docenti

COMPETENZE

Il dipartimento

  • Elabora Gli O. F. e le Competenze delle discipline delle quali individua I Criteri di Valutazione;
  • Eavorisce la progettazione di percorsi pluridisciplinari del Consiglio di Classe;
  • Propone al Collegio l’adozione dei libri di testo;
  • Definisce e individua gli” Standard di Apprendimento “degli alunni e li propone all’approvazione del Collegio dei Docenti.

AUTONOMIA DECISIONALE

Il dipartimento

  • Indica Annualmente alla Commissione POF le iniziative di arricchimento formativo che realizzerà per la propria Area Disciplinare;
  • Promuove iniziative di Formazione e aggiornamento in Servizio, anche in collaborazione con altri Dipartimenti;
  • Realizza iniziative rivolte agli studenti finalizzate alla maggiore conoscenza e diffusione della propria area disciplinare e culturale.

RICONOSCIMENTO ECONOMICO

Quando diventano attività aggiuntive superiori al monte ore di lavoro svolto a carico del FIS  si ricorre al Riconoscimento Forfettario del monte ore di lavoro.  Non è riconosciuta la partecipazione inferiore all’80% del monte ore totale.

ELENCO DIPARTIMENTI

All'interno della nostra Scuola sono presenti i seguenti dipartimenti:

I dipartimenti disciplinari

Dipartimento

Composizione
Umanistico

Docenti di: italiano – storia – geografia – religione – sostegno didattico

Scientifico/informatico

Docenti di: matematica – scienze – tecnologia

Linguistico

Docenti di: inglese - francese
Delle educazioni Docenti di: artistica – fisica – musicale – corso ordinario di strumento musicale.

Orario delle lezioni

Scritto da Redazione Il . Inserito in Didattica

Valutazione attuale: 2 / 5

Stella attivaStella attivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Tempo normale e Tempo prolungato

L'orario didattico delle lezioni si svolge secondo la seguente articolazione:

Tempo Normale (30 unità orarie di 59 minuti settimanali)

  • dal lunedì al venerdì, dalle ore 7:55 alle ore 13:43

 

Articolazione dell'orario didattico in unità orarie di 58 minuti

1° ora 7.55-8.53

2° ora 8.53-9.51

3° ora 9.51-10.49 (con intervallo dalle 10.39 alle 10.49)

4° ora 10.49-11.47

5° ora 11.47-12.45

6° ora 12.45-13.43

Delibera del Consiglio d'Istituto n. 39 del 05/10/2016

Flessibilità didattica Delibera del Collegio dei Docenti n. 11 del 13/09/2016

Il Collegio dei Docenti, ha deliberato la flessibilità oraria di 2 minuti per unità oraria (60 minuti settimanali) che saranno utilizzati per la realizzazione dei progetti del piano dell’offerta formativa. I singoli Consigli di Classe sceglieranno i progetti da sviluppare, nelle ore curriculari pomeridiane, attuabili grazie alla flessibilità oraria, e in orario extracurriculare in presenza di eventuali finanziamenti esterni.

 

Indirizzo Musicale

Scritto da Redazione Il . Inserito in Didattica

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

 

L’insegnamento di uno strumento musicale costituisce un’integrazione interdisciplinare ed un arricchimento dell’insegnamento obbligatorio dell’educazione musicale, nel quadro delle finalità della formazione della persona propria della nostra Scuola.

Esso concorre, pertanto, alla più consapevole appropriazione del linguaggio musicale che fornisce all’alunno preadolescente una piena conoscenza tecnico-pratica, teorica, lessicale, storica, culturale, interpretativa della musica. La musica e la sua evoluzione linguistica hanno avuto e continuano ad avere, nel loro divenire, frequenti momenti di incontro con le discipline letterarie, scientifiche e storiche. In tal modo l’educazione alla musica e la pratica strumentale vengono poste in costante rapporto con l’insieme dei campi del sapere.

La musica viene così liberata da quell’aspetto di separatezza che l’ha spesso penalizzata e viene resa esplicita la dimensione sociale e culturale dell’evento musicale.

Sviluppare l’insegnamento dello strumento musicale significa fornire agli alunni, (destinati a crescere in modo fortemente segnato dalla presenza della musica come veicolo di comunicazione, spesso soltanto subita), una maggiore capacità di lettura attiva e critica del reale, un’ulteriore possibilità di conoscenza, espressione e coscienza, razionale ed emotiva di sé.

Adeguata attenzione viene riservata a quegli aspetti del far musica, come la pratica corale e strumentale di insieme, che pongono il preadolescente in relazione consapevole e collaborativa con altri soggetti coetanei. Perché studiare uno strumento musicale L’insegnamento strumentale promuove la formazione globale dell’individuo offrendo occasioni di maturazione logico, espressiva, comunicativa. Esso offre all’alunno, attraverso l’acquisizione di capacità specifiche, ulteriori momenti di sviluppo e orientamento delle proprie potenzialità e una più avvertita coscienza di sé e del modo di rapportarsi al sociale.

L’insegnamento di uno strumento musicale consente di mettere in gioco la soggettività, ponendo le basi per lo sviluppo di capacità di valutazione critico-estetiche. Esso permette l’accesso ad autonome elaborazioni del materiale sonoro (improvvisazione-composizione), sviluppando la dimensione creativa dell’alunno.

Strumenti e funzionamento

La Scuola Secondaria di I grado “L. Castiglione” offre agli alunni la possibilità, per tutto il triennio, di studiare uno strumento musicale, scelto fra pianoforte, chitarra, flauto e clarinetto.

L’indirizzo musicale è attuato su più sezioni. La scelta dello strumento avviene all’atto dell’iscrizione e la frequenza è subordinata al superamento di una selezione che avviene attraverso prove attitudinali. Lo studio dello strumento, che viene valutato al pari delle altre discipline curriculari ed è materia d’esame, può essere propedeutico ad una prosecuzione presso scuole specializzate, come il Conservatorio, o semplicemente fornire una buona preparazione di base in campo musicale.

Con le quattro cattedre dei diversi strumenti sono assicurati, oltre all’insegnamento strumentale, la musica d’insieme, la teoria e la lettura della musica. Le lezioni vengono impartite individualmente e/o per gruppi di due-tre alunni, variabili nel corso dell’anno (D.M. 201/1999, art. 3), in orario pomeridiano, in pomeriggi dedicati al solfeggio, allo strumento ed alla musica d’insieme.

La musica d’insieme permette ai ragazzi di sperimentare la straordinaria esperienza dell’orchestra in cui suonare, che diventa comunicazione e piacere di stare insieme oltre che mezzo per confrontarsi con altri e misurare le proprie capacità.

Obiettivi

  • Conoscenza teorica della simbologia musicale, dello strumento, dello schema corporeo e delle parti di esso coinvolte nei vari movimenti
  • Saper leggere (corrispondenza fra segno grafico e posizione del dito sulla tastiera)
  • Saper realizzare un’impostazione corretta
  • Saper coordinare i movimenti
  • Saper mantenere la pulsazione
  • Saper intonare
  • Saper interpretare i brani proposti
  • Saper integrare la propria esecuzione nel gruppo
  • Saper produrre e rielaborare sequenze ritmiche
  • Saper produrre sequenze melodiche

Saggi, concerti, concorsi

Durante il corso gli alunni entrano a far parte dell’Orchestra della scuola, che ogni anno si esibisce in concerti e saggi in occasione di varie manifestazioni.

L’Orchestra musicale ha collezionato prestigiosi riconoscimenti partecipando nel corso degli anni a diversi concorsi. Degni di menzione il Primo premio al Concorso “Tutt’Arte” di Paternò, nella categoria “Gruppi orchestrali” (a.s. 2006/07), e il Secondo premio l’anno scolastico successivo, 2007/08, nello stesso concorso, nel quale inoltre tre alunni sono stati i primi tre classificati assoluti nella categoria “Solisti” per pianoforte, fisarmonica e flauto.

Nel corso dell’anno scolastico inoltre sono organizzati concerti musicali nei periodi più significativi del calendario scolastico (Natale, Pasqua, fine anno scolastico, ecc…). Altri concerti possono essere organizzati per motivi di scambio culturale con altre scuole o per far conoscere la Scuola stessa all’utenza.

Altre occasioni di carattere musicale possono scaturire da contatti con istituzioni o organizzazioni, sia pubbliche che private, che hanno come finalità la collaborazione sociale e umanitaria.

Orari

I corsi di strumento si svolgono dal Lunedì al Giovedì, dalle ore 13:43 alle ore 17:23 e Venerdì dalle 13:43 alle 16:43.

Servizi e altro

Scritto da Redazione Il . Inserito in Didattica

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Aula Magna

Ampia e spaziosa, fornita di maxischermo automatizzato e videoproiettore, utilizzata per conferenze, assemblee, cineforum, saggi di fine anno, etc.

Prestito Librario

Il Servizio Prestito Librario, in forma gratuita, viene erogato agli studenti regolarmente presso la nostra Scuola.

Le modalità di accesso al servizio sono fissate da apposito regolamento. Su richiesta degli interessati, i libri vengono concessi in prestito per 30 (trenta) giorni con possibilità di proroga di ulteriori 15 giorni. L'accesso al servizio sarà possibile anche on-line.

La restituzione del testo dovrà avvenire entro i termini indicati dal documento di prestito.

Al momento della restituzione, l'addetto alla Biblioteca provvederà al rilascio di un documento di restituzione che attesterà l'avvenuta riconsegna del libro da parte dello studente.

Per gli studenti che non rispettano le norme e i termini che regolano il Servizio Prestito Librario, è prevista l'esclusione dal servizio con l'addebito del costo del libro equivalente al prezzo di copertina del'ultima edizione del libro preso in prestito.

 Comodato d'uso per Libri di Testo

Nell'ambito della propria autonomia le istituzioni scolastiche possono concedere, in relazione ai fondi resi disponibili, in comodato d'uso gratuito i libri di testo agli studenti. È una formula adottata da tempo in alcune scuole, spesso in collaborazione con gli enti locali, che si è rivelata utile a fronte di particolari esigenze economiche delle famiglie. (p. 4 Circ. n.16 del 10.02.2009)

Il comodato d’uso si realizza secondo un regolamento e programma di attuazione approvato con delibera del Consiglio di Istituto. Vi possono accedere le famiglie degli alunni delle classi prime, seconde e terze che presentino regolare domanda e con un accertato I.S.E.E. calcolato con riferimento ai redditi dell’anno precedente a quello scolastico di utilizzo dei testi.

Il Servizio viene erogato agli studenti regolarmente iscritti presso la Scuola Secondaria di Primo Grado "L. Castiglione".

 Biblioteca

Il patrimonio librario della scuola ammonta a più di 4000 volumi, che vengono integrati di anno in anno grazie ad appositi finanziamenti. Fa parte di un circuito in rete di altre biblioteche facenti capo alla Sovrintendenza ai Beni culturali di Catania. Dispone inoltre di ricche collezioni di riviste scientifiche, ed ha cinque postazioni informatiche.

 Laboratori multimediali

Nella scuola funzionano tre laboratori multimediali, due situati nella Sede centrale ed uno nel Plesso nuovo. Nella Sede centrale vi sono un laboratorio informatico fornito di dieci computer più la postazione del docente con stampante, ed un moderno e funzionale laboratorio linguistico, allestito grazie ai fondi dell’Unione europea, con 23 postazioni più quella del docente, munita di scanner e stampante laser.

Il laboratorio multimediale del Plesso nuovo è dotato di dieci macchine con nuovi hardware più la postazione docente con sta mpante e scanner. È fornito anche di videoproiettore e relativo schermo mobile e può essere utilizzato anche come aula video.

Laboratorio scientifico

Allestito con i fondi europei, comprende svariati e numerosi sussidi didattici per tutti gli argomenti attinenti alle scienze chimiche, fisiche, biologiche e naturali:

Scheletro in materiale plastico, modelli del corpo umano, microscopi ottici, kit per la digestione, macchine per lo studio delle leve, bilance, strumenti di misura, kit per reazioni chimiche, tavole botaniche, zoologiche ed anatomiche, vetreria di laboratorio, etc. Dispone inoltre di un PC con stampante.

Aula video

I laboratori multimediali e l’aula magna fungono anche da aule video; inoltre, la scuola dispone di due televisori, videoregistra tore, lettore DVD e un vasto assortimento di videocassette e DVD attinenti ai temi di cultura generale e specifica.

Laboratorio psicomotorio

Utilizzato per attività fisiche da alunni con difficoltà motorie, dispone di una vasta gamma di attrezzi e strumenti specifici.

Laboratorio artistico

In via di allestimento nel corrente anno scolastico, dispone già di materiale artistico vario.

Palestre

Vi sono due palestre, una in muratura ed una palestra tenda, con campi di pallavolo, spalliere e attrezzature sportive di vario genere.

Aula multimediale per i docenti

Dispongono di postazioni informatiche con stampanti a disposizione di tutti i docenti

Sala Mensa

Ubicata nel Plesso nuovo, è allestita in modo funzionale e confortevole per far fronte alle esigenze di ristorazione e ricreazione degli alunni.

Lavagne Interattive Multimediali

La Scuola dispone inoltre di tre LIM (Lavagne Interattive Multimediali), videocamera, fotocamera digitale, registratori, impianto stereo.

Assistenza Socio - Sanitaria

La Scuola si avvale inoltre dell’ausilio di assistenti socio - sanitari per gli alunni disabili non autonomi.

Attività didattica

Scritto da Redazione Il . Inserito in Didattica

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

La scuola svolge un fondamentale ruolo educativo e di orientamento, fornendo all’alunno le occasioni per capire se stesso, per prendere consapevolezza delle sue potenzialità e risorse, per progettare percorsi esperenziali e verificare gli esiti conseguiti in relazione alle attese.

Favorisce lo sviluppo della capacità di leggere e gestire le proprie emozioni, promuove il senso di responsabilità, orienta gli alunni a sviluppare atteggiamenti positivi e realizzare pratiche collaborative, li sollecita a riflettere per comprendere la realtà e se stessi, coltivando il confronto sereno e costruttivo. Stabilisce con i genitori rapporti costruiti dentro un progetto educativo condiviso e continuo, per un dialogo di corresponsabilità formativa.

La scuola secondaria di primo grado rappresenta la fase in cui si realizza l’accesso alle discipline come punti di vista sulla realtà e come modalità di interpretazione, simbolizzazione e rappresentazione del mondo. Viene favorita un’articolata organizzazione delle conoscenze nella prospettiva dell’elaborazione di un sapere integrato. Le competenze sviluppate nell’ambito delle singole discipline concorrono a loro volta alla promozione di competenze più ampie e trasversali, che rappresentano una condizione essenziale per la piena realizzazione personale e per la partecipazione attiva alla vita sociale, nella misura in cui sono orientate ai valori della convivenza civile e del bene comune.

Le competenze per l’esercizio della cittadinanza attiva sono promosse continuamente nell’ambito di tutte le attività di apprendimento. Obiettivi irrinunciabili dell’educazione alla cittadinanza sono la costruzione del senso di legalità e lo sviluppo di un’etica della responsabilità, che si realizzano nel dovere di scegliere e agire in modo consapevole e che implicano l’impegno a elaborare idee e a promuovere azioni finalizzate al miglioramento continuo del proprio contesto di vita.

Mete educative

In risposta ai bisogni dell’utenza, la scuola è impegnata a presentare una ben definita proposta educativa che, unitaria nelle valenze formative, si pone come obiettivo prioritario quello di promuovere le condizioni che consentano agli alunni di:

  • “Imparare ad imparare”, aiutandoli ad elaborare strumenti culturali per continuare ad imparare autonomamente, per comprendere i contesti nei quali si troveranno a vivere ed operare e per orientarsi nelle scelte;
  • “Imparare ad essere”, insegnando loro le regole del vivere e del convivere civile, nonché i valori di riferimento, per sviluppare le competenze chiave ai fini della cittadinanza attiva e formare individui che partecipino in modo positivo e responsabile alla vita della comunità.

Tali bisogni costituiscono per i docenti e per gli alunni le mete educative e i traguardi da conseguire.

Obiettivi formativi trasversali

Gli obiettivi che la scuola si prefigge di perseguire sono:

  • Trasmettere agli alunni, attraverso il curricolo, i saperi essenziali, indispensabili per il vero successo formativo, che deve tradursi in partecipazione attiva, positiva e responsabile alla vita della comunità.
  • Sviluppare negli alunni le competenze chiave ai fini della cittadinanza attiva, individuate quale obiettivo prioritario da raggiungere attraverso il percorso di istruzione obbligatoria.
  • Essere ancorata al territorio in cui opera e avere come denominatore la conoscenza e la valorizzazione dello stesso, della sua cultura, delle sue tradizioni e dei suoi costumi, attraverso percorsi formativi integrati.
  • Costruire con gli studenti, con le loro famiglie e con il territorio un rapporto forte, trasparente e responsabile.
  • Assicurare l’uguaglianza di trattamento nell’erogazione del servizio scolastico senza discriminazione alcuna per motivi riguardanti sesso, razza, etnia, lingua, religione, opinioni politiche, condizioni psico-fisiche e socio-economiche.
  • Costruire uno stile di “comunità scolastica” aperta, dinamica, collaborativa, valorizzando tutte le risorse del Personale della scuola, sostenendo con specifici interventi di formazione ed aggiornamento le innovazioni didattiche che risultino funzionali per una migliore qualità dell’istruzione e per una specifica competenza metodologica e professionale nell’insegnamento.
  • Favorire l’accoglienza, l’inserimento, l’integrazione degli alunni, in particolare nella fase d’ingresso alla classe iniziale e nelle situazioni di rilevante necessità.
  • Sviluppare percorsi capaci di rispondere in modo differenziato ai bisogni individuali degli alunni e, in particolare, di quelli diversabili.
  • Intervenire sui bisogni ed i disagi degli allievi per evitare che si trasformino in malessere, disadattamento e dispersione scolastica.
  • Organizzare in modo ottimale le risorse umane presenti nell’istituzione scolastica sviluppando il senso di appartenenza, valorizzando le attitudini e le competenze professionali mediante la costante attivazione della motivazione.
  • Incentrare la propria attività sulla progettazione, che deve essere rispettosa della libertà d'insegnamento dei docenti e deve garantire la centralità dell’alunno nell’azione educativa, facilitandone l’apprendimento e lo sviluppo armonico della personalità.
  • Organizzare le modalità di aggiornamento di tutto il Personale della scuola nella consapevolezza che esso costituisce un diritto e al tempo stesso un dovere.

Competenze generali

La nostra scuola, consapevole di rivestire un ruolo fondamentale per la costruzione del progetto di vita di ciascun alunno, si impegna a sviluppare, stimolare e potenziare nei discenti la necessità di conoscere, di sperimentare e perciò di aprirsi a nuove esperienze. La scuola, pertanto, intende valorizzare ogni individuo e tutte le sue risorse personali nei diversi processi evolutivi per consentire lo sviluppo armonico, integrale ed integrato della persona. Alla fine del percorso di

studio le conoscenze disciplinari e interdisciplinari e le abilità operative devono trasformarsi in ogni alunno nelle seguenti competenze:

  • Interagire con l’ambiente sociale e naturale che lo circonda e influenzarlo positivamente, tenendo conto e valorizzando le proprie conoscenze e le proprie esperienze
  • Risolvere i problemi che di volta in volta incontra
  • Riflettere su se stesso e gestire il proprio processo di crescita accettando correzioni e consigli
  • Essere consapevole dei propri diritti e dei propri doveri ed essere rispettoso delle regole di comportamento e delle diversità
  • Edificare un progetto di vita

Abilità

La scuola ha stabilito di operare in modo trasversale all’interno degli insegnamenti disciplinari sviluppando le seguenti abilità:

  • Leggere e produrre testi scritti, multimediali, iconici e filmici
  • Usare correttamente diverse tecniche di lettura e scrittura e relative modalità di applicazione, dando la dovuta importanza alla funzione della grammatica e della sintassi, ai fini della capacità di comporre testi, orali e scritti, in un corretto italiano
  • Comprendere il sapere scientifico come frutto di evoluzione della scoperta
  • Passare dal linguaggio comune al linguaggio specifico delle discipline, comprendendo e usando un lessico adeguato al contesto
  • Individuare le modalità comunicative più efficaci
  • Esprimere ed analizzare opinioni rielaborandole criticamente e in modo personale
  • Confrontare criticamente eventuali diversi procedimenti di soluzione di un problema
  • Essere consapevoli del proprio ruolo di cittadini, quali portatori di diritti e di doveri, anche per mezzo dello studio della storia e della geografia
  • Approfondire le conoscenze sanitarie per acquisire criteri che rispondono a logiche salutistiche e non consumistiche
  • Possedere le conoscenze relative al patrimonio culturale ed artistico locale per dare il proprio contributo al processo di miglioramento del territorio
  • Gestire le relazioni interpersonali nella direzione della solidarietà, cooperazione, tolleranza
  • Riconoscere l’interdipendenza tra l’uomo e l’ambiente ricordando che è patrimonio disponibile per tutti
  • Acquisire comportamenti adeguati alla salvaguardia della sicurezza propria e degli altri in condizioni ordinarie o/e di pericolo
  • Leggere ed interpretare l’organizzazione Costituzionale ed Amministrativa del nostro Paese (dallo Stato agli Enti Locali) ed Internazionali
  • Operare confronti tra realtà territoriali diverse

Metodi e strategie

Le scelte metodologiche individuate per la realizzazione delle finalità educative e degli obiettivi formativi sono:

  • Lezione frontale interattiva
  • Attività laboratoriali
  • Cooperative Learning
  • Metacognizione
  • Attività in compresenza
  • Attività multimediale per valorizzare strumenti e risorse della tecnologia e percorsi didattici
  • Sistemi didattici di vario tipo, dalle esperienze dirette alle visite guidate, ai viaggi d’istruzione
  • Interventi compensativi allo scopo di migliorare l’azione formativa
  • Interdisciplinarietà, come raccordo ed integrazione di un piano educativo unitario
  • Ricerca – Azione
  • Collaborazione con le famiglie

Criteri didattici

Il Consiglio di classe dà unitarietà all’impianto progettuale del Profilo Educativo, Culturale e Professionale dello studente seguendo le Indicazioni nazionali e mettendo a servizio del gruppo classe le specifiche competenze professionali di ciascuno.

Ciascun Consiglio di Classe seguirà i criteri elencati di seguito:

  • Organizzare i contenuti in modo tale da operare collegamenti fra le varie discipline e dando la dovuta importanza alla corretta espressione, sia nell’aspetto sintattico sia in quello lessicale e dei linguaggi specifici
  • Ricercare ambiti e percorsi che si prestino ad essere affrontati secondo la metodologia della ricerca e della sperimentazione
  • Privilegiare i percorsi dal semplice al complesso, dal concreto all’astratto
  • Favorire la problematizzazione degli argomenti, in modo da innescare uno scambio continuo e interattivo tra il fare e il saper fare
  • Favorire il dialogo, la discussione, i dibattiti su argomenti che permettano ai docenti di guidare i ragazzi nei diversi processi conoscitivi
  • Potenziare il lavoro individualizzato, in modo da consolidare le abilità strumentali
  • Favorire il lavoro di gruppo per la sua funzione formativa sia sul piano relazionale sia su quello dell’apprendimento
  • Potenziare l’uso della relazione orale e scritta per abituare i ragazzi ad una continua verifica delle conoscenze acquisite nei vari ambiti disciplinari
  • Attuare interventi specifici, mirati al recupero, al sostegno e al potenziamento
  • Esplicitare agli alunni gli obiettivi da raggiungere, stimolandoli all’autovalutazione, così da rendere trasparente il contratto formativo.

In linea di massima, si seguirà la strategia del controllo sistematico dell’apprendimento, in modo da operare sull’itinerario didattico con flessibilità e apportare, se necessario, dei cambiamenti.

Si opererà attraverso le seguenti fasi:

  • Motivare gli studenti al lavoro da svolgere
  • Verificare la presenza delle conoscenze necessarie all’apprendimento
  • Svolgere l’unità di apprendimento
  • Verificare, al termine di ogni unità, il conseguimento degli obiettivi
  • Rivedere ed aggiornare i Piani di studio personalizzato
  • Verificare, al termine di ogni percorso didattico, le competenze acquisite

Mezzi e Sussidi

In un processo formativo in cui gli allievi occupano una posizione centrale, gli strumenti e i sussidi didattici sono visti come mezzi che, oltre ad offrire occasione di interventi operativi, contribuiscono alla crescita culturale dei ragazzi. In questo senso, i libri di testo rappresentano una delle fonti di materiale di lavoro e di documentazione da cui attingere in un'azione didattica subordinata al raggiungimento degli obiettivi prefissati.

Tra i mezzi utilizzabili si collocano, oltre ai libri di testo, i libri della biblioteca scolastica, nonchè gli strumenti didattici, i sussidi audiovisivi, i laboratori e i prodotti multimediali, le visite guidate.

link bussola trasparenza

noipa

miur

banner ScuolaInChiaro

link iscrizioni online

S.S.P.G “L. Castiglione”
P.za Avv. V. Castiglione 2– 95034 Bronte (CT)

Recapiti Telefonici
095691180 - Fax: 0957725147

Recapiti Telematici
Email:ctmm119008@istruzione.it
Email certif.: ctmm119008@pec.istruzione.it

Informazioni Fiscali e Amministrative
Codice Fiscale: 80011270875
Codice meccanografico: CTMM119008