Attività didattica

Scritto da Redazione Il . Inserito in Didattica

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

La scuola svolge un fondamentale ruolo educativo e di orientamento, fornendo all’alunno le occasioni per capire se stesso, per prendere consapevolezza delle sue potenzialità e risorse, per progettare percorsi esperenziali e verificare gli esiti conseguiti in relazione alle attese.

Favorisce lo sviluppo della capacità di leggere e gestire le proprie emozioni, promuove il senso di responsabilità, orienta gli alunni a sviluppare atteggiamenti positivi e realizzare pratiche collaborative, li sollecita a riflettere per comprendere la realtà e se stessi, coltivando il confronto sereno e costruttivo. Stabilisce con i genitori rapporti costruiti dentro un progetto educativo condiviso e continuo, per un dialogo di corresponsabilità formativa.

La scuola secondaria di primo grado rappresenta la fase in cui si realizza l’accesso alle discipline come punti di vista sulla realtà e come modalità di interpretazione, simbolizzazione e rappresentazione del mondo. Viene favorita un’articolata organizzazione delle conoscenze nella prospettiva dell’elaborazione di un sapere integrato. Le competenze sviluppate nell’ambito delle singole discipline concorrono a loro volta alla promozione di competenze più ampie e trasversali, che rappresentano una condizione essenziale per la piena realizzazione personale e per la partecipazione attiva alla vita sociale, nella misura in cui sono orientate ai valori della convivenza civile e del bene comune.

Le competenze per l’esercizio della cittadinanza attiva sono promosse continuamente nell’ambito di tutte le attività di apprendimento. Obiettivi irrinunciabili dell’educazione alla cittadinanza sono la costruzione del senso di legalità e lo sviluppo di un’etica della responsabilità, che si realizzano nel dovere di scegliere e agire in modo consapevole e che implicano l’impegno a elaborare idee e a promuovere azioni finalizzate al miglioramento continuo del proprio contesto di vita.

Mete educative

In risposta ai bisogni dell’utenza, la scuola è impegnata a presentare una ben definita proposta educativa che, unitaria nelle valenze formative, si pone come obiettivo prioritario quello di promuovere le condizioni che consentano agli alunni di:

  • “Imparare ad imparare”, aiutandoli ad elaborare strumenti culturali per continuare ad imparare autonomamente, per comprendere i contesti nei quali si troveranno a vivere ed operare e per orientarsi nelle scelte;
  • “Imparare ad essere”, insegnando loro le regole del vivere e del convivere civile, nonché i valori di riferimento, per sviluppare le competenze chiave ai fini della cittadinanza attiva e formare individui che partecipino in modo positivo e responsabile alla vita della comunità.

Tali bisogni costituiscono per i docenti e per gli alunni le mete educative e i traguardi da conseguire.

Obiettivi formativi trasversali

Gli obiettivi che la scuola si prefigge di perseguire sono:

  • Trasmettere agli alunni, attraverso il curricolo, i saperi essenziali, indispensabili per il vero successo formativo, che deve tradursi in partecipazione attiva, positiva e responsabile alla vita della comunità.
  • Sviluppare negli alunni le competenze chiave ai fini della cittadinanza attiva, individuate quale obiettivo prioritario da raggiungere attraverso il percorso di istruzione obbligatoria.
  • Essere ancorata al territorio in cui opera e avere come denominatore la conoscenza e la valorizzazione dello stesso, della sua cultura, delle sue tradizioni e dei suoi costumi, attraverso percorsi formativi integrati.
  • Costruire con gli studenti, con le loro famiglie e con il territorio un rapporto forte, trasparente e responsabile.
  • Assicurare l’uguaglianza di trattamento nell’erogazione del servizio scolastico senza discriminazione alcuna per motivi riguardanti sesso, razza, etnia, lingua, religione, opinioni politiche, condizioni psico-fisiche e socio-economiche.
  • Costruire uno stile di “comunità scolastica” aperta, dinamica, collaborativa, valorizzando tutte le risorse del Personale della scuola, sostenendo con specifici interventi di formazione ed aggiornamento le innovazioni didattiche che risultino funzionali per una migliore qualità dell’istruzione e per una specifica competenza metodologica e professionale nell’insegnamento.
  • Favorire l’accoglienza, l’inserimento, l’integrazione degli alunni, in particolare nella fase d’ingresso alla classe iniziale e nelle situazioni di rilevante necessità.
  • Sviluppare percorsi capaci di rispondere in modo differenziato ai bisogni individuali degli alunni e, in particolare, di quelli diversabili.
  • Intervenire sui bisogni ed i disagi degli allievi per evitare che si trasformino in malessere, disadattamento e dispersione scolastica.
  • Organizzare in modo ottimale le risorse umane presenti nell’istituzione scolastica sviluppando il senso di appartenenza, valorizzando le attitudini e le competenze professionali mediante la costante attivazione della motivazione.
  • Incentrare la propria attività sulla progettazione, che deve essere rispettosa della libertà d'insegnamento dei docenti e deve garantire la centralità dell’alunno nell’azione educativa, facilitandone l’apprendimento e lo sviluppo armonico della personalità.
  • Organizzare le modalità di aggiornamento di tutto il Personale della scuola nella consapevolezza che esso costituisce un diritto e al tempo stesso un dovere.

Competenze generali

La nostra scuola, consapevole di rivestire un ruolo fondamentale per la costruzione del progetto di vita di ciascun alunno, si impegna a sviluppare, stimolare e potenziare nei discenti la necessità di conoscere, di sperimentare e perciò di aprirsi a nuove esperienze. La scuola, pertanto, intende valorizzare ogni individuo e tutte le sue risorse personali nei diversi processi evolutivi per consentire lo sviluppo armonico, integrale ed integrato della persona. Alla fine del percorso di

studio le conoscenze disciplinari e interdisciplinari e le abilità operative devono trasformarsi in ogni alunno nelle seguenti competenze:

  • Interagire con l’ambiente sociale e naturale che lo circonda e influenzarlo positivamente, tenendo conto e valorizzando le proprie conoscenze e le proprie esperienze
  • Risolvere i problemi che di volta in volta incontra
  • Riflettere su se stesso e gestire il proprio processo di crescita accettando correzioni e consigli
  • Essere consapevole dei propri diritti e dei propri doveri ed essere rispettoso delle regole di comportamento e delle diversità
  • Edificare un progetto di vita

Abilità

La scuola ha stabilito di operare in modo trasversale all’interno degli insegnamenti disciplinari sviluppando le seguenti abilità:

  • Leggere e produrre testi scritti, multimediali, iconici e filmici
  • Usare correttamente diverse tecniche di lettura e scrittura e relative modalità di applicazione, dando la dovuta importanza alla funzione della grammatica e della sintassi, ai fini della capacità di comporre testi, orali e scritti, in un corretto italiano
  • Comprendere il sapere scientifico come frutto di evoluzione della scoperta
  • Passare dal linguaggio comune al linguaggio specifico delle discipline, comprendendo e usando un lessico adeguato al contesto
  • Individuare le modalità comunicative più efficaci
  • Esprimere ed analizzare opinioni rielaborandole criticamente e in modo personale
  • Confrontare criticamente eventuali diversi procedimenti di soluzione di un problema
  • Essere consapevoli del proprio ruolo di cittadini, quali portatori di diritti e di doveri, anche per mezzo dello studio della storia e della geografia
  • Approfondire le conoscenze sanitarie per acquisire criteri che rispondono a logiche salutistiche e non consumistiche
  • Possedere le conoscenze relative al patrimonio culturale ed artistico locale per dare il proprio contributo al processo di miglioramento del territorio
  • Gestire le relazioni interpersonali nella direzione della solidarietà, cooperazione, tolleranza
  • Riconoscere l’interdipendenza tra l’uomo e l’ambiente ricordando che è patrimonio disponibile per tutti
  • Acquisire comportamenti adeguati alla salvaguardia della sicurezza propria e degli altri in condizioni ordinarie o/e di pericolo
  • Leggere ed interpretare l’organizzazione Costituzionale ed Amministrativa del nostro Paese (dallo Stato agli Enti Locali) ed Internazionali
  • Operare confronti tra realtà territoriali diverse

Metodi e strategie

Le scelte metodologiche individuate per la realizzazione delle finalità educative e degli obiettivi formativi sono:

  • Lezione frontale interattiva
  • Attività laboratoriali
  • Cooperative Learning
  • Metacognizione
  • Attività in compresenza
  • Attività multimediale per valorizzare strumenti e risorse della tecnologia e percorsi didattici
  • Sistemi didattici di vario tipo, dalle esperienze dirette alle visite guidate, ai viaggi d’istruzione
  • Interventi compensativi allo scopo di migliorare l’azione formativa
  • Interdisciplinarietà, come raccordo ed integrazione di un piano educativo unitario
  • Ricerca – Azione
  • Collaborazione con le famiglie

Criteri didattici

Il Consiglio di classe dà unitarietà all’impianto progettuale del Profilo Educativo, Culturale e Professionale dello studente seguendo le Indicazioni nazionali e mettendo a servizio del gruppo classe le specifiche competenze professionali di ciascuno.

Ciascun Consiglio di Classe seguirà i criteri elencati di seguito:

  • Organizzare i contenuti in modo tale da operare collegamenti fra le varie discipline e dando la dovuta importanza alla corretta espressione, sia nell’aspetto sintattico sia in quello lessicale e dei linguaggi specifici
  • Ricercare ambiti e percorsi che si prestino ad essere affrontati secondo la metodologia della ricerca e della sperimentazione
  • Privilegiare i percorsi dal semplice al complesso, dal concreto all’astratto
  • Favorire la problematizzazione degli argomenti, in modo da innescare uno scambio continuo e interattivo tra il fare e il saper fare
  • Favorire il dialogo, la discussione, i dibattiti su argomenti che permettano ai docenti di guidare i ragazzi nei diversi processi conoscitivi
  • Potenziare il lavoro individualizzato, in modo da consolidare le abilità strumentali
  • Favorire il lavoro di gruppo per la sua funzione formativa sia sul piano relazionale sia su quello dell’apprendimento
  • Potenziare l’uso della relazione orale e scritta per abituare i ragazzi ad una continua verifica delle conoscenze acquisite nei vari ambiti disciplinari
  • Attuare interventi specifici, mirati al recupero, al sostegno e al potenziamento
  • Esplicitare agli alunni gli obiettivi da raggiungere, stimolandoli all’autovalutazione, così da rendere trasparente il contratto formativo.

In linea di massima, si seguirà la strategia del controllo sistematico dell’apprendimento, in modo da operare sull’itinerario didattico con flessibilità e apportare, se necessario, dei cambiamenti.

Si opererà attraverso le seguenti fasi:

  • Motivare gli studenti al lavoro da svolgere
  • Verificare la presenza delle conoscenze necessarie all’apprendimento
  • Svolgere l’unità di apprendimento
  • Verificare, al termine di ogni unità, il conseguimento degli obiettivi
  • Rivedere ed aggiornare i Piani di studio personalizzato
  • Verificare, al termine di ogni percorso didattico, le competenze acquisite

Mezzi e Sussidi

In un processo formativo in cui gli allievi occupano una posizione centrale, gli strumenti e i sussidi didattici sono visti come mezzi che, oltre ad offrire occasione di interventi operativi, contribuiscono alla crescita culturale dei ragazzi. In questo senso, i libri di testo rappresentano una delle fonti di materiale di lavoro e di documentazione da cui attingere in un'azione didattica subordinata al raggiungimento degli obiettivi prefissati.

Tra i mezzi utilizzabili si collocano, oltre ai libri di testo, i libri della biblioteca scolastica, nonchè gli strumenti didattici, i sussidi audiovisivi, i laboratori e i prodotti multimediali, le visite guidate.

link bussola trasparenza

noipa

miur

banner ScuolaInChiaro

link iscrizioni online

S.S.P.G “L. Castiglione”
P.za Avv. V. Castiglione 2– 95034 Bronte (CT)

Recapiti Telefonici
095691180 - Fax: 0957725147

Recapiti Telematici
Email:ctmm119008@istruzione.it
Email certif.: ctmm119008@pec.istruzione.it

Informazioni Fiscali e Amministrative
Codice Fiscale: 80011270875
Codice meccanografico: CTMM119008